x
Chiudi

Choose your language

Choose your language:               
x
Chiudi

Inserire username e password

Adesso sei qui:   HomeScopri FirenzeShopping & Fashion

Giardino dei Semplici

 

Il Giardino dei Semplici occupa 23.892 mq di superficie. 1690 mq sono a disposizione delle collezioni in serra, nelle "serre calde", quelle di provenienza esotica e nelle "serre fredde" le raccolte di Cicadee, di agrumi, di palme e di piante carnivore. 

Le collezioni sono arricchite inoltre dalle raccolte di piante succulente, dalle Felci, dalle Orchidee, dalle Bromeliacee e dalle Aracee. All'aperto la notevole collezione di grandi piante, piante medicinali e piante alimentari è stata incrementata con la presenza dell'aiuola delle erbe selvatiche commestibili.

L'Orto Botanico di Firenze, denominato "Giardino dei Semplici" perché nato come orto di piante medicinali, fu disegnato da Niccolò detto"Il Tribolo" per Cosimo I dei Medici nel 1545.

Tutti i lavori inerenti alla costruzione furono diretti da Luca Ghini che si preoccupò anche di incrementare le nuove collezioni di piante conferendo subito all'Orto grande prestigio.

Dopo la morte del Ghini, avvenuta a Bologna nel 1556, la direzione fu affidata a persone meno esperte che portarono il Giardino alla decadenza.

Nel 1718, per volontà di Cosimo III dei Medici, l'Orto venne affidato alle cure della Società Botanica Fiorentina ed ebbe come Direttore il grande Pier Antonio Micheli, fondatore della Società stessa. Alla morte del Micheli (1737) la direzione del Giardino passò a Giovanni Targioni Tozzetti ed in seguito (1746) a Saverio Manetti che rimase in carica fino al 1782.

Nel 1783, in seguito alla fusione della Società Botanica Fiorentina con l'Accademia dei Georgofili, il Giardino passò alle dipendenze dell'Accademia cambiando la propria denominazione in"Orto Sperimentale Agrario dell'Accademia dei Georgofili".

Nel 1801 la direzione del Giardino passò ad Ottaviano Targioni Tozzetti, a cui successe, nel 1829, il figlio Antonio. Nel 1865 venne incaricato della direzione dell'Orto il grande botanico Teodoro Caruel che divenne direttore ufficiale nel 1880.

Grazie all'impegno dei due direttori che succedettero al Caruel, Oreste Mattirolo (1897-1900) e Pasquale Baccarini (1900-1919), fu realizzato il progetto di riunire l'Istituto Botanico, fondato da Filippo Parlatore nel Museo di via Romana, al Giardino dei Semplici.

Nell'Ottobre del 1905 si conclusero le operazioni di trasferimento di tutte le più importanti istituzioni botaniche (Biblioteca, Erbario, ecc.) nei locali prospicienti al Giardino dei Semplici e si costituì così l'Istituto e Orto Botanico con annesso Museo Botanico comprendente il sempre più famoso"Herbarium Centrale Italicum".

Nel 1949 la direzione dell'Istituto e Orto Botanico fu affidata ad Alberto Chiarugi al quale toccò il compito di riordinare e riorganizzare il Giardino sconvolto dalla guerra.  Nel 1960 la direzione passò ad Eleonora Francini Corti che la tenne fino al 1974.

Durante questi anni furono realizzate notevoli migliorie che permisero di rendere più efficienti le operazioni di cura e manutenzione del Giardino. Negli anni seguenti sono state compiute spedizioni in località dell'Asia e dell'Africa che hanno permesso di incrementare le collezioni.

Per informazioni:

Giardino dei Semplici
Orto botanico
Via Pier Antonio Micheli,
orario 9,00-13,00 tranne il sabato e la domenica
ingresso è libero per bambini sotto i sei anni, adulti con più di 65 anni.


Cerca hotel

Cerca il tuo hotel inserendo i dati di seguito:

Data di arrivo:  
Data di partenza:  
Persone:
Camere:
   
 

Scelti dai viaggiatori

Hotel di lusso
Monna Lisa   109,00 €
De Rose Palace   280,00 €
Hotel fascia media
Relais Hotel Centrale " Residenza D' Epoca"   99,00 €
Globus   64,00 €
Hotel economici
Maxim   62,00 €

Rss Feed

SINTONIZZATI SU FIRENZE!
Rimani sempre aggiornato su news,
offerte ed eventi a Firenze iscrivendoti al
Feed RSS di Firenze Albergo!
Simple Booking™
Forniture Alberghiere
QNT - Siti web e marketing turistico