x
Chiudi

Choose your language

Choose your language:               
x
Chiudi

Inserire username e password

Adesso sei qui:   HomeScopri FirenzeVita notturna

Giardino di Boboli

 

Il giardino di Boboli nasce come ideale proseguimento del cortile di Palazzo Pitti, acquistato  nel 1550 da  Eleonora di Toledo, moglie del duca Cosimo I  de' Medici. L'Orto de' Pitti fu così ampliato e il progetto fu affidato a Niccolò Pericoli, detto il Tribolo.

Dopo la sua morte, nel corso del Cinquecento, molti architetti si avvicendarono nella direzione dei lavori del giardino, rispettandone la concezione iniziale: Davide Fortini, Giorgio Vasari, Bartolomeo Ammannati e Bernardo Buontalenti, creatore della Grotta Grande, uno dei capolavori di Boboli.

La decorazione della grotta fu realizzata con materiali naturali - stalagmiti, stalattiti, "spugne" - composti architettonicamente per dare vita ad una natura artificiale animata da giochi d'acqua. La collina alle spalle del palazzo fu suddivisa geometricamente disponendo in maniera simmetrica alberi e aiuole.

La grande cava di pietra ai piedi della collina fu trasformata in un anfiteatro verde. Il giardino fu arricchito da grotte artificiali, fontane e arredi scultorei.

Nei primi del Seicento, sotto la guida degli architetti Giulio e Alfonso Parigi, il parco fu esteso fino a Porta Romana con un grande viale di cipressi che conduce al Bacino dell'Isola. Nella Vasca dell'Isola è posta la Fontana dell'Oceano del Giambologna, realizzata nel 1576 per l'Anfiteatro e collocata qui nel 1636.

A sud del viale furono creati tre grandi labirinti e l'anfiteatro divenne un prestigioso luogo teatrale della Firenze barocca. In epoca lorenese vennero costruiti il Kaffeehaus, la Limonaia e la Palazzina della Meridiana.

Nel 1834, per l'apertura di un grande viale carrozzabile, furono distrutti i labirinti e molti viali rettilinei vennero trasformati in viali curvilinei secondo il gusto del giardino paesistico all'inglese. La vasta superficie verde suddivisa in modo regolare, costituisce un vero e proprio museo all'aperto, popolato di statue antiche e rinascimentali, ornato di grotte e di grandi fontane.

Per informazioni:

Giardino di Boboli
Tel: 055 2298732; 0552651838
Fax: 0552298732
E-mail:
giardino.boboli@polomuseale.firenze.it
Orario di visita Da lunedì a domenica
Ore 8,15-17 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio
Ore 8,15-18 nei mesi di marzo, ottobre
Ore 8,15-19 nei mesi di aprile, maggio, settembre
Ore 8,15-20 nei mesi di giugno, luglio, agosto
Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese, Capodanno, 1° maggio, Natale
 Biglietto Intero € 4 Ridotto € 2  
Il biglietto consente l'ingresso anche al Museo degli Argenti e al Museo delle Porcellane. 
Prenotazioni: 055 294883 (costo prenotazioni: 3,00 €)


Cerca hotel

Cerca il tuo hotel inserendo i dati di seguito:

Data di arrivo:  
Data di partenza:  
Persone:
Camere:
   
 

Scelti dai viaggiatori

Hotel di lusso
BORGHESE PALACE ART HOTEL   120,00 €
UNA Hotel Vittoria   89,00 €
Hotel fascia media
River   109,00 €
Hotel economici
SANTA CROCE   79,00 €

Rss Feed

SINTONIZZATI SU FIRENZE!
Rimani sempre aggiornato su news,
offerte ed eventi a Firenze iscrivendoti al
Feed RSS di Firenze Albergo!
News & Eventi
Tutto su Firenze: arte, mostre, concerti...
Simple Booking™
Forniture Alberghiere
QNT - Siti web e marketing turistico